Type and Enter to Search

Turismo, Sapori e Cultura di Puglia e Basilicata

Artigianato e attività locali Puglia Senza categoria

Antichi mestieri: i trullari

i_maestri_trullari_17623_1

I trulli sono oggetto di grande orgoglio per i pugliesi, un tesoro di inestimabile valore da tutelare, affinché anche le generazioni future possano goderne. Nonostante tutto, sono rimasti davvero in pochissimi a saper ancora costruire un trullo. Il trullaro è uno dei mestieri più antichi praticati in Puglia. Ad esempio,  i mastri “trullari” rimasti attualmente ad Alberobello sono solo cinque e, purtroppo, non più giovanissimi. Troppo pochi per tramandare l’antica arte della costruzione a secco. Per evitare, così, che i mastri trullari scompaiano definitivamente, a novembre dello scorso anno è stato organizzato un corso di 600 ore per formare 18 giovani mastri che possano continuare la tradizione dei loro maestri e continuare a costruire trulli così come avveniva 100 anni fa. Il corso, con 250 ore di formazione in aula e 350 sul campo, non esclude la possibilità di creare nuovi posti di lavoro. Il corso, come ha spiegato Roberto Panaro, uno dei cinque mastri ancora in attività era destinato a giovani con licenza elementare o media inferiore, extra-comunitari con regolare permesso di soggiorno e maggiorenni iscritti ai Centri per l’impiego della Provincia di Bari.

15092-1-

Anche il maestro trullaro Giuseppe Miccolis di Putignano, specializzato nella costruzione di trulli, il mese scorso in occasione dell’appuntamento formativo sugli “Antichi Mestieri”, ha raccontato i segreti del suo mestiere.

L’artigiano Miccolis ha illustrato durante la serata alcuni segreti, le particolarità del mestiere, gli attrezzi di lavoro e la tecnica di lavorazione per la costruzione di un trullo.

Per approfondimenti visitate il sito:

www.maestrotrullaro.altervista.org

Alcuni dati:

Il Rione Monti di Alberobello conta 1.043 coni, per circa 500 trulli;

nell’Aia piccola, l’altra zona del centro storico all’interno del perimetro Unesco, altri 400.

Da aggiungere un’altra decina tra Museo del Territorio, Casa d’Amore e Trullo Sovrano. Insomma, si sfiorano i 1.500 coni»

Posted By

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’abbraccio di due terre: Puglia e Basilicata

Vi portiamo in posti meravigliosi,
ricchi di storia, arte e natura,
vi raccontiamo le nostre usanze,
il nostro cibo, la nostra cultura e tutte
le bellezze più intime delle nostre terre

Alessia e Valentina

#ilsudchenontiaspetti
  • Grotta della Poesia Melendugno