Type and Enter to Search

Turismo, Sapori e Cultura di Puglia e Basilicata

Artigianato e attività locali Basilicata Basilicata Miti e leggende

Labalestra aviglianese e la leggenda del coltello dell’amore

balestra

Quello che voglio raccontarvi oggi è l’elemento che più di tutti identifica il popolo di Avigliano: “la balestra aviglianese”.
La balestra non è un semplice coltello a lama affilata, ma un elemento che racchiude dentro sé la maestria e la passionalità della gente del posto.

Tutti gli aviglianesi, infatti, si riconoscono come un popolo fiero ed orgoglioso delle proprie origini: ancora oggi la tradizione artistica e culturale è preservata e trasmessa di generazione in generazione.

Numerosi fabbri, artisti, falegnami sin dall’Ottocento per diletto e passione realizzano questi piccoli gioielli intersiati nella lama e nelle decorazioni in argento e ottone.

La leggenda della balestra aviglianese narra…

La leggenda di Avigliano narra che la balestra aviglianese sia stata creata da un fabbro innamorato.

Il fabbro non aveva trovato ancora moglie, ma un giorno incontrò una ragazza trovatella che accettò la sua corte e si innamorò del giovane.

Ius Primae Noctis

I due decisero così di sposarsi ma ad Avigliano, all’epoca governata da un feudatario, esisteva lo IUS PRIMAE NOCTIS, una regola assurda alla quale non ci si poteva sottrarre: la sposa doveva trascorrere nel castello del feudatario la notte prima delle nozze.

Fu allora che il fabbro realizzò un coltello dalla lama sottile e micidiale, con il quale la giovane donna si presentò all’appuntamento con il feudatario.

Il coltello venne nascosto tra le pieghe dell’abito e quando il feudatario si avvicinò la donna gli inflisse un colpo di lama mortale.

Balestra Aviglianese

Il coltello dell’amore

Da allora la balestra aviglianese assunse il significato di “coltello dell’amore”, pensato per difendersi e da lì cominciò a essere parte integrante della dote di una futura moglie.

L’arte di fabbricare coltelli di alta qualità e pregio artistico è una tradizione che riflette lo spirito orgoglioso e l’indole combattiva del popolo aviglianese.


Se desiderate conoscere altre leggende che aleggiano intorno ad avvenimenti, luoghi, monumenti e persone, potete consultare la sezione del nostro sito “Miti e Leggende

Anna Lucia

 

Posted By

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’abbraccio di due terre: Puglia e Basilicata

Vi portiamo in posti meravigliosi,
ricchi di storia, arte e natura,
vi raccontiamo le nostre usanze,
il nostro cibo, la nostra cultura e tutte
le bellezze più intime delle nostre terre

Alessia e Valentina

#ilsudchenontiaspetti
  • Grotta della Poesia Melendugno