Type and Enter to Search

Turismo, Arte, Cultura, Sapori e Tradizioni

Puglia Puglia Ricette e Sapori Ristoranti e trattorie

La “focaccia a livre” di Sammichele di Bari

focaccia a libro
Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

focaccia a libroLa “fecazze a livre” (focaccia a libro), prodotto gastronomico tipico della civiltà contadina di Sammichele di Bari, è costituita da un gustoso rotolo di pasta avvolto a spirale e condito con olio di oliva, sale e origano. Il nome deriva proprio dalla chiusura a libro della sfoglia.

Riconosciuta dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali come “prodotto agroalimentare tradizionale”, è molto apprezzata per la sua geniunità e il ridotto numero di calorie.

Le fasi della sua preparazione sono le stesse tramandate da diverse generazioni, ma pur essendo composta da pochi e semplici ingredienti,  tipici della cucina povera di un tempo, non tutti i giovani, oggi, riescono a prepararla soffice e gustosa come un tempo.

Per un’ottima riuscita dell’autentica “focaccia a livre”, infatti, occorre seguire, scrupolosamente, la ricetta delle antiche massaie:

Sammichele di Bari ingredienti della Focaccia a livre

  • 1 kg di farina
  • 20 gr di sale
  • 100 gr di patate bollite
  •  50 gr di olio extravergine d’oliva
  • 1 lievito di birra
  • acqua tiepida q. b.
  • origano q.b.

 

Preparazione:

Iniziate lessando le patate in acqua bollente, quindi pelatele e schiacciatele con uno schiacciapatate (non tutti aggiungono le patate che rendono più soffice l’impasto).

Per  preparare la pasta, sistemate sulla spianatoia la farina a fontana e al centro versate le patate, il lievito, il sale e infine l’acqua tiepida. Lavorate la farina energicamente fino ad ottenere un impasto liscio e asciutto e fatelo lievitare per un’ora.

Dividete la pasta in due parti e stendetela con il mattarello fino a renderla molto sottile. Cospargete di olio, origano e sale (a piacere qualche pomodorino) i due dischi e arrotolateli formando due grandi cordoni.

Disponeteli in una teglia unta di olio avvolgendoli a mo’ di spirale. Irrorate d’olio e infornate nel forno già caldo fino a che la focaccia diventi dorata (per circa mezz’ora).

Se volete visitare Sammichele, a pochi Km. dal capoluogo pugliese, potrete degustare questa squisita focaccia, appena sfornata, presso le varie panetterie del paese oppure presso  “I sapori di casa” , un pastificio specializzato da anni nella promozione e commercializzazione dei prodotti tipici del territorio, contribuendo a valorizzare la cucina tradizionale locale e i sapori genuini che identificano la nostra terra.

 

Antonella Liotino (Giornalista)

www.facebook.com/antonella.liotino

 

 

 

 

 


Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Posted By

One Comment

  • La vera F’kaz à livre della tradizione Sammichelina : 600 gr di farina tipo 0; 1 lievito, sale e acqua quanto bastano; far riposare per circa 1 ora. Stendere l’impasto ( a sfoglia ) … poi mettere olio( spalmarlo sull’intera sfoglia …) , dopo pomodoro e origano sulla stessa sfoglia. Teglia cm 21. Infornare a 180 gradi. Niente patate, e non fate il rotolo prima di avvolgerla a spirale nella teglia, ma pieghettatela prima di fare la spirale ( oltre alla pieghettatura originale le donne Sammicheline inventarono altri tipi di pieghettatura ) … a Turi fanno il rotolo, mettono le patate ecc., e la chiamano F’kaz a sfuègh, o a rotolo, a rollè che è anche buonissima … i forni a Sammichele fanno la F’kaz à sfuègh o a rotolo e la vendono per F’kaz à livre. La F’kaz à livre è pieghettata!!! E la prima fu fatta il 1799 solo e soltanto con olio e l’origano … e pochissima crescita, quasi niente, per cui, era anche croccante. di Maria Pia Natale

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guida alle vostre vacanze in Puglia e Basilicata

Vi portiamo in posti meravigliosi,
ricchi di storia, arte e natura,
vi raccontiamo le nostre usanze,
il nostro cibo, la nostra cultura e tutte
le bellezze più intime delle nostre terre

Alessia e Valentina